Amministrazione Trasparente

Con direttiva U.E. n. 2016/679 è stato. emanato il Regolamento Generale di Protezione dei Dati Personali (DGPR) che in Italia trova applicazione a decorrere dal 25/05/2018. Il GDPR U.E. 2016/679 è fondato sul principio della responsabilizzazione (accountability) di chi detiene dati personali, sulla liceità del trattamento, sulla sicurezza e sulla durata della conservazione per un arco temporale non superiore al conseguimento delle finalità per ie quali sono stati rilasciati. Il Dott. Libero Russo è Titolare/Responsabile della protezione dei dati del sito web denominato liberorussomedicolegale.it/medico-legale.eu e operativo in ITALIA. Garantisce l’osservanza delle disposizioni del GDPR U.E. 679/2016, raccoglie, tratta e utilizza personalmente, dunque senza intervento di esterni, manualmente e/o in modo automatizzato le informazioni personali  conferite dai soggetti richiedenti le prestazioni specialistiche di sua competenza, che risultino necessarie all’esercizio della attività correlata all'incarico professionale conferitogli dal paziente/cliente e ne garantisce il trattamento legittimo, esclusivamente fino al conseguimento degli scopi per i quali le informazioni vengono conferite e soltanto nel caso del conferimento del mandato professionale. Il Dott. Russo, che opera esclusivamente entro i confini del territorio nazionale, può trasferire i dati personali dei pazienti/clienti solo ed esclusivamente  ai soggetti indicati dal conferenti i dati personali e solo al fine dell'assolvimento di un incarico conferitogli dai pazienti/clienti (esempio tipico gli studi legali patrocinatori dei pazienti/clienti per le richieste di risarcimento dei danni da essi subiti). Il Dott. Russo garantisce mediante il protocollo Hyper Text Transfer Protocol over Secure Socket Layer (HTTPS) l’autenticazione, l’integrità e la protezione della privacy dei dati scambiati con il paziente/cliente. La riservatezza della posta elettronica è garantita con algoritmi crittografici che proteggono le informazioni riservate mediante il protocollo SSL/TLS. Il trattamento dei dati personali e/o sensibili, direttamente conferiti Titolare/RPD dell’attività, è quello tipico del “singolo professionista” iscritto all’Albo dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Pistoia al numero 1254. nonché titolare del sito web medico-legale.eu, alias liberorussomedicolegale.it. Il Dott. Libero Russo, ai sensi del Regolamento Generale U.E. di Protezione dei Dati Personali, n. 2016/679, garantisce la legittimità della raccolta e del trattamento di dati, metadati, contenuti e informazioni e di aver effettuato la comunicazione regolamentare Art. 7, comma 7 RGPD 2016/679, al garante della privacy, censita al numero di protocollo 20180000126 di detta autorità.  Garantisce, inoltre, di non svolgere compitie/o di detenere interessi in contrasto con gli interessi dei pazienti/clienti che gli conferiscono incarichi professionali nonchè in contrasto con i doveri di protezione dei dati personali di detti pazienti/clienti (esempio tipico non svolge attività di collaborazione e/o di consulenza medico legale per conto di assicurazioni) e di non svolgere attività di monitoraggiodel comportamento, dell’ubicazione, della posizione o degli interessi dei soggetti conferenti i dati personali. Ai sensi dell’Art.37, C7, del RGPD UE 679/2016 i dati di contatto del Titolare/RPD (email dedicata, indirizzo di posta ordinaria, recapito telefonico) sono pubblicati sul sito web (ove è disponibile un apposito form di contatto da compilare e inoltrare all’indirizzo mail dedicato). La normativa privacy italiana, come si è detto è implementata dal RGPD dal 25/05/2018, è Il Decreto Legislativo 196/2003, detto anche Codice in Materia di Protezione dei dati Personali (aggiornato con D.Lgsv. 28 Maggio 2012, n.69, dal D.Lgsv.14 Settembre 2015, n. 151 e dalla Legge 7 Luglio 2016, n. 122) ha disciplinato organicamente, riformato e razionalizzato la precedente normativa in materia di privacy, introducendo e definendo i diritti degli interessati al trattamento dei dati personali da loro conferiti. Prevede sanzioni penali e pecuniarie per l'illecito trattamento dei dati personali e precisa gli standard di sicurezza più elevati. L'Art. 152 del Decreto Legislativo 196/2003 garantisce sia la possibilità di ricorrere all'Autorità Garante della Privacy che la tutela giurisdizionale attraverso un procedimento che è possibile introdurre avanti al Tribunale monocratico del luogo della visita, effettuata al fine della prestazione del servizio professionale richiesto. Il giudice, "quando sussiste pericolo imminente di un danno grave ed irreparabile", può emanare i provvedimenti necessari a prevenire il danno con proprio decreto motivato. Il procedimento viene definito con sentenza non appellabile, ma ricorribile solo per Cassazione. Per quanto riguarda il profilo penale l'Art.167 D.Lgsv.196/2003 stabilisce che: 1. Salvo che il fatto non costituisca più grave reato, chiunque, al fine di trarne per sè o per altri profitto o di recare ad altri un danno, procede al trattamento di dati personali in violazione di quanto disposto dagli articoli 18, 19, 23, 123, 126 e 130, ovvero in applicazione dell'Art.129, è punito, se dl fatto deriva nocumento, con la reclusione da sei a diciootto mesi o, se il fatto consiste nella comunicazione o diffusione, con la reclusione da sei a ventiquattro mesi. 2. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque, al fine di trarne per sè o per altri profitto o di recare d altri un danno, procede al trattamento di dati personali in violazione di quanto disposto dagli articoli 17,20, 21, 22, commi 8 e 11, 25, 26, 27 e 45, è punito, se dal fatto deriva nocumento, con la reclusione da uno a tre anni. Per una completa disamina dei diritti e dei doveri previsti dal Codice della Privacy vai al link sottostante.

Informativa conforme GDPR U.E. 2016/679

Regolamento U.E. 2016/679 (GDPR)

testo interattivo GDPR con le osservazioni del Garante Privacy

LA MIA REGISTRAZIONE SU GARANTEPRIVACY.IT

Decreto Legislativo 196/2003 

e-max.it: your social media marketing partner